28.04-01.05 Cammino dei Santuari Mariani delle Madonie


Il cammino  si svolgerà quest'anno  in 4 giorni con tre pernottamenti dal 28 aprile all'1 maggio.  Il cammino è stato ideato e mappato da Madonie Outdoor asd nel 2014 ed è lungo circa 70 km . Si parte dal Santuario dello Spirito Santo a Gangi e continua per quello di Madonna dell'Olio a Blufi, quello della Madonna dell'Alto a Petralia Sottana  e  si conclude in quello della Madonna di Gibilmanna a Cefalù. Saranno ripercorsi a piedi gli antichi sentieri dei pellegrini collegando tutti i santuari delle Madonie. Il cammino ha anche un alto valore paesaggistico e culturale, partendo dalle quote più basse della zona sud del comprensorio, si attraverseranno le campagne ricche di coltivazioni, di piccoli allevamenti di bestiame e di storia (ipogei realizzati più di 4000 anni fa, tholos, villa e terme romane e mulino ad acqua), fino a raggiungere il santuario mariano più alto d'Europa e le alte quote del Parco delle Madonie, da dove potremo osservare tutte le montagne siciliane e il mare per poi scendere verso nord, ammirando gli ultimi esemplari di Abies Nebrodensis al mondo e nel cuore di Piano Battaglia alcuni geositi riconosciuti Patrimonio Geopark dell'Unesco fino ai frassineti da manna nelle zone più collinari nei pressi di Gibilmanna.

STORIE E LEGGENDE DI FONDAZIONE DEI SANTUARI
Un santuario non nasce per una disposizione ecclesiastica, come avviene per una chiesa o per un qualsiasi altro edificio religioso, ma nasce perché è il luogo della manifestazione del sacro, dove c'è la presenza della spiritualità. La realizzazione dell'edificio sacro si presenta come conseguenza della volontà divina, sostituendosi a quella dove l'iniziativa è esclusivamente umana. Anche i santuari fatti costruire dai fedeli per sciogliere un voto, rientrano in questa tipologia, in quanto, se costruiti per un'intenzione umana, questa scaturisce dal rapporto tra il devoto che agisce per la grazia ricevuta e il divino che concede la grazia. Un'altra particolarità dei santuari, che si distinguono dalle chiese è il luogo dove essi sorgono. I luoghi dove si trovano i santuari hanno un forte valore simbolico per la religione cattolica, questi sono considerati come arcane rappresentazioni del Divino. I luoghi dove prevalentemente sorgono i santuari sono: presso alture isolate e difficili da raggiungere, vicino a corsi d'acqua, vicino ad alberi secolari o sperduti tra la campagna e in altre zone simili. Inoltre i santuari anticamente sorgevano sulle montagne, vicino i passi pericolosi, oltre per la simbologia della montagna che avvicina il pellegrino al cielo, anche per un fattore di funzionalità, infatti gli edifici servivano per dare protezione ai viandanti, durante la notte o nelle giornate di maltempo. Come vedremo successivamente dalle leggende di fondazione e dall'ubicazione anche i santuari madoniti rispettano le quattro tipologie dei santuari: apparizione del Divino, presenza del Santo nel luogo, ritrovamento di un'immagine sacra e arrivo da lontano dell'immagine sacra.